Calcolo interessi legali 2014

calcolo interessi legali Calcolo interessi legali ai sensi dell’art. 1284 del Codice Civile. I tassi di interesse legale sono aggiornati al D.M. 13.12.2013 che ha diminuito il saggio legale di interesse dal 2,5% (in vigore dal 2012) al 1% a partire dal 1° gennaio 2014.

Calcolo interessi legali

Nota: Il calcolatore non capitalizza ulteriori interessi su quelli già maturati (cd. anatocismo)

   
   

Il calcolatore per interessi legali determina gli interessi legali maturati su una data somma ed il montante maturato a scadenza, ovvero la somma di capitale ed interessi, applicando automaticamente i tassi di interesse legale di riferimento per ogni singolo periodo, secondo la loro variazione temporale. Il calcolatore effettua il calcolo dell’interesse semplice ovvero senza la capitalizzazione periodica degli interessi maturati (cosiddetto anatocismo).
Si può inoltre consultare la tabella degli interessi legali per visualizzare i tassi applicati dal calcolatore.

Cosa sono gli interessi legali

Gli “interessi legali” sono gli interessi dovuti in base alla legge (art. 1284 del codice civile) come obbligo accessorio al pagamento di una somma di denaro.
Il tasso di interesse legale è fissato annualmente dal Ministero dell’Economia per mezzo di un decreto che viene pubblicato anno Gazzetta Ufficiale non oltre il 15 dicembre dell’anno precedente a quello cui il saggio si riferisce. La misura degli interessi legali è determinata sulla base del rendimento medio annuo lordo dei titoli di Stato di durata non superiore a dodici mesi e tenuto conto del tasso di inflazione registrato nell’anno.
Qualora entro il 15 dicembre non sia fissata una nuova misura del saggio di interesse legale, questo rimane invariato per l’anno successivo.
La variazione del tasso di interesse legale nel tempo è riportata nella seguente tabella degli interessi legali.

Come si calcolano gli interessi legali

L’interesse legale viene calcolato in funzione del tempo, generalmente 365 giorni, a meno che non si tratti di anno bisestile, e del tasso di interesse annuo.
Gli interessi legali maturati su un certo capitale in un dato periodo di tempo non vengono aggiunti al capitale che li ha prodotti e quindi non maturano a loro volta altri interessi (cd. Anatocismo). Per questo motivo, la funzione con cui si calcolano gli interessi legali è molto semplice ed è la seguente: I = C x i x t, dove C è il capitale investito, i il tasso di interesse annuo (chiamato anche saggio percentuale) e t il tempo, solitamente in giorni.
Se le parti di un contratto non hanno determinato la misura degli interessi dovuti si applicano gli interessi legali al tasso previsto dalla legge mentre gli interessi superiori alla misura legale devono essere determinati per iscritto altrimenti sono comunque dovuti nella misura legale.

Il calcolo degli interessi legali sul tuo sito?

Copia e incolla il codice sottostante nella tua pagina web: