Arbitro per le controversie finanziarie ACF presso la Consob operativo dal prossimo 9 gennaio 2017

Arbitro per le controversie finanziarie ACF presso la Consob operativo dal prossimo 9 gennaio 2017

Riferimenti

Al via l’Arbitro per le controversie finanziarie (ACF) Dal 9 gennaio 2017 sarà operativo il nuovo strumento di risoluzione stragiudiziale delle controversie fra risparmiatori e intermediari finanziari.

Conto alla rovescia per la partenza dell’Arbitro per le controversie finanziarie (Acf), il nuovo organismo istituito presso la Consob per la risoluzione stragiudiziale dei contenziosi fra risparmiatori e intermediari la cui piena operatività è fissata per il 9 gennaio prossimo, l’Arbitro, che si compone di cinque membri effettivi del collegio e i dieci membri supplenti, nasce per effetto della direttiva comunitaria 2013/11/UE ed intende fornire ai risparmiatori uno strumento alternativo, agile ed efficiente, per risolvere eventuali controversie con gli intermediari finanziari, senza dover adire le vie legali.
L’attività dell’Acf si caratterizza per la totale gratuità dei ricorsi e per la rapidità delle sue decisioni, che saranno prese entro il termine massimo di sei mesi.
Chi ritenga di aver subìto un torto da parte di un intermediario finanziario può contare, qualora l’Arbitro riconosca le sue buone ragioni, su un ristoro in tempi ragionevolmente brevi e senza dover sopportare costi di alcun tipo.
Dal 9 gennaio sarà operativo anche il sito www.acf.consob.it, tramite cui sarà possibile presentare domande di arbitrato per via telematica.
L’Arbitro è presieduto dal Dottor Gianpaolo Eduardo Barbuzzi, dirigente Consob, già capo della Divisione amministrazione nonché, tra i vari incarichi ricoperti in Istituto, responsabile in precedenza dell’Ufficio sanzioni amministrative. Il collegio, organo di vertice, è costituito da cinque membri. Ne fanno parte, oltre al Presidente, quattro membri effettivi, di cui due di designazione Consob (la Dottoressa Daniela Morgante e la Professoressa Marilena Rispoli Farina); uno espressione del Cncu, il Consiglio nazionale dei consumatori e degli utenti (l’Avvocato Giorgio Afferni) e uno indicato dalle principali associazioni di categoria degli intermediari finanziari (Professor Avvocato Giuseppe Guizzi).
Per essere in grado di far fronte a carichi di lavoro anche voluminosi, il collegio può contare su ben dieci membri supplenti: su designazione Consob il Professor Antonio Albanese, la Professoressa Maria Debora Braga, il Professor Avvocato Michele De Mari, il Professor Avvocato Raffaele Di Raimo, il Professor Avvocato Federico Ferro-Luzzi, il Professor Avvocato Luigi Salamone; su designazione del Cncu il Professor Vincenzo Farina e l’Avvocato Donato Patera; su designazione degli intermediari finanziari il Professor Avvocato Francesco De Santis e il Professor Avvocato Raffaele Lener.

Shares

Chiedi una consulenza legale su questo argomento

Articolo tratto da: CONSOB