Split payment esteso anche ai professionisti con il DEF 2017

Split payment esteso anche ai professionisti con il DEF 2017

Riferimenti

Il Consiglio dei ministri ha approvato nella seduta dell’11 aprile il Documento di economia e finanza e la manovrina di correzione dei conti per rispettare gli impegni Ue (Decreto-Legge recante Disposizioni urgenti in materia finanziaria, iniziative a favore degli enti territoriali, ulteriori interventi in favore delle zone colpite da eventi sismici e misure per lo sviluppo).
Tra le novità fiscali del DEF spicca l’estensione del cosiddetto split payment ai professionisti.
Lo split payment ovvero la “scissione contabile” (art. 17-ter, 1° comma del DPR 633/1972) prevede il pagamento delle fatture al netto dell’Iva quando emesse nei confronti delle Pubbliche amministrazioni e delle società pubbliche, degli enti pubblici territoriali, delle aziende sanitarie, delle università e delle camere di commercio. L’IVA viene quindi girata direttamente all’Erario dai soggetti suddetti il tutto per evitare il rischio evasione.
Detta norma, in ragione della deroga prevista al secondo comma dell’art. 17-ter, ha sinora escluso dal meccanismo dello split payment i professionisti e ciò in quanto le disposizioni di cui al comma primo non si applicano ai compensi per prestazioni di servizi assoggettati a ritenute alla fonte a titolo di imposta sul reddito (cd. Ritenuta d’acconto).
La cancellazione del secondo comma dell’art. 17-ter determinerà pertanto il coinvolgimento nel regime dello split ayment tutti i soggetti che oggi ne sono esclusi in quanto emettono fatture con assoggettamento a ritenuta.

Conseguenze.
Da quanto sopra deriveranno conseguenze negative per i professionisti in termini di gestione degli adempimenti e di ridotta liquidità di cassa.
Innanzitutto verrà a mancare, ancorchè per il periodo intercorrente tra l’incasso della fattura e la liquidazione iva, quella liquidità costituita appunto dall’iva incassata su ciascuna fattura.
In secondo luogo non sarà possibile operare la compensazione iva con le fatture emesse nei confronti della p.a. e ciò in quanto l’iva su dette fatture viene versata direttamente dal fruitore del servizio.

Shares

Chiedi una consulenza legale su questo argomento