Generaliter cum de fraude disputatur non quid habeat actor, sed quid per adversarium habere non potuerit considerandum est.

Generaliter cum de fraude disputatur non quid habeat actor, sed quid per adversarium habere non potuerit considerandum est.

Di solito, quando si discute di una frode, non bisogna considerare ciò che l’attore ha, ma ciò che non ha potuto avere per fatto dell’avversario.

590
0.00 - 0 voti

Di solito, quando si discute di una frode, non bisogna considerare ciò che l’attore ha, ma ciò che non ha potuto avere per fatto dell’avversario.