Come chiedere la cancellazione del proprio nome dai risultati di ricerca di Google ?

Come chiedere la cancellazione del proprio nome dai risultati di ricerca di Google ?

Riferimenti

La Corte di giustizia dell’Unione Europea decidendo il caso n. 131/12, con sentenza del 13 maggio 2014 ha stabilito il diritto all’oblio in internet della persona.
In ragione del cosidetto diritto all’oblio i gestori di motori di ricerca, come Google, hanno il dovere offrire agli utenti la possibilità di cancellare dal proprio elenco di risultati di ricerca i link ai siti web che contengano propri dati sensibili e personali.
In particolare per quanto riguarda Google gli utenti possono richiedere di applicare la procedura di rimozione dai risultati di ricerca, compilando un apposito modulo online.

Modulo online per la rimozione dai risultati di ricerca di Google

Nell’introduzione alla richiesta di rimozione Google, in ragione del bilanciamento del diritto alla privacy della persona con il diritto di rendere accessibili le informazioni e con l’interesse del pubblico di trovarle, sottolinea che verranno adottate delle decisioni in base ai singoli casi, legate a precise condizioni.
I risultati di ricerca, ad esempio, devono soddisfare i seguenti requisiti:

  • Devono contenere il nome dell’utente interessato
  • Devono essere in contrasto con gli obiettivi per i quali sono stati elaborati/non sono rilevanti per gli scopi di utilizzo previsti/non sono pertinenti
  • Per ogni singola decisione viene considerato, in particolare, il tempo trascorso dalla pubblicazione.

Durante la valutazione della richiesta Google dichiara che stabilirà se i risultati includono informazioni obsolete sull’utente e se le informazioni sono di interesse pubblico.

In alcuni casi, la rimozione dai risultati di ricerca non è prevista. Si tratta di:

  • Casi di frode fiscale
  • Reati contro i doveri d’ufficio e professionali
  • Abuso d’ufficio
  • Condanne penali
  • Condotta pubblica di funzionari statali.

Chiedi una consulenza legale su questo argomento