mercoledì 23 Gennaio 2019
Home Famiglia Successioni

Famiglia Successioni

Diritto di famiglia e successioni

Secondo l’insegnamento della Corte Costituzionale (Corte cost. n. 347 del 1998) e della stessa Corte di Cassazione (Cass. n. 2315 del 1999) attribuendo l’esercizio dell’azione di disconoscimento della paternità al marito, anche quando questi abbia prestato assenso alla fecondazione eterologa, priverebbe il nato di una delle due figure genitoriali...
A norma dell’art. 244, 2 comma del Codice Civile ”Il marito può disconoscere il figlio nel termine di un anno che decorre dal giorno della nascita quando egli si trovava al tempo di questa nel luogo in cui è nato il figlio; se prova di aver ignorato la propria impotenza...
Cassazione civile, sez. I, 9 febbraio 2018, n. 3263 RITENUTO CHE La Corte di appello di Perugia, in riforma della sentenza del Tribunale del capoluogo, sulla domanda di disconoscimento di paternità proposta da p.m. nei confronti di P.P. (precedentemente coniugata con l’attore) e dei figli Pi.Gi. e Ma., la ha ritenuta...
«Nel regime di comunione legale dei beni, la costruzione realizzata durante il matrimonio da entrambi i coniugi sul suolo personale ed esclusivo di uno solo di essi, stante la operatività del regime dell’accessione, appartiene esclusivamente a quest’ultimo e non costituisce, pertanto, oggetto della comunione legale, ai sensi dell’art. 177,...
In sede di divisione dell’immobile adibito a casa coniugale, di comproprietà dei coniugi, non si deve tener conto dell’assegnazione per stabilire il valore della casa coniugale. «Come da questa Corte affermato, con orientamento cui il Collegio intende dare continuità, l’assegnazione del godimento della casa familiare, ex art. 155 quater c.c.,...
Cassazione civile, sez. I, 18 luglio 2005, n. 15157 SVOLGIMENTO DEL PROCESSO 1. Dopo l’estinzione, per rinuncia delle parti, ad un primo giudizio per separazione instaurato (nel 1999) da (omissis) nei confronti di (omissis) con la quale aveva contratto matrimonio nel 1948 (e dalla quale si era separato di fatto...
Cassazione penale, sez. V, 10 marzo 2016, n. 13525 RITENUTO IN FATTO 1. Con sentenza del 17/07/2015 il Giudice dell’udienza preliminare presso il Tribunale di Napoli ha assolto E.F. e C.M. dai reati di cui a: art. 110 cod. pen., L. n. 40 del 2004, art. 12, comma 6, (capo 1),...
La Corte Costituzionale ha escluso la valenza anagrafica del cognome comune scelto dalle parti dell’unione civile. Di conseguenza è escluso ogni dubbio di costituzionalità della norma secondo cui, presso gli uffici dello stato civile, permane il cognome precedente all’unione. Più specificamente la Consulta, con la sentenza n. 212 del 22...
Ritenuto in fatto 1.– Con ordinanza del 22 novembre 2017, il Tribunale ordinario di Ravenna ha sollevato questioni di legittimità costituzionale degli artt. 3, lettera c), numero 2), e 8 del decreto legislativo 19 gennaio 2017, n. 5, recante «Adeguamento delle disposizioni dell’ordinamento dello stato civile in materia di iscrizioni,...
Le somme di denaro date da un coniuge all’altro per l’acquisto o la realizzazione di un immobile non sono ripetibili in quanto costituiscono donazione indiretta. Il conferimento di somme di denaro da parte di un coniuge a favore dell’altro durante il matrimonio ed attraverso le quali questi abbia acquistato un...
42,455FansMi piace
57FollowerSegui
5,675FollowerSegui
798FollowerSegui