Attestazione di conformità di copia informatica di atti o provvedimenti cartacei da inserire nel fascicolo telematico.

665
5.00 / 5 - 1 voto

Attestazione di conformità di copia informatica di atti o provvedimenti cartacei da inserire nel fascicolo telematico.

Il sottoscritto Avv. ___________________, con studio in ___________________, Via _____________________, c.f. _____________________, nella propria qualità di difensore dell’attore (o convenuto ecc.) sig. ____________________ c.f. ___________________, in forza di procura alle liti rilasciata in data ______________, ai sensi del combinato disposto degli artt. 16 decies e 16 undecies del D.L. n. 179/2012 (convertito in legge n. 221/2012),

attesta

che la presente copia informatica dell’atto (o provvedimento) _____________________ [descrivere l’atto o il provvedimento indicando la data di emissione, la data di deposito, il numero rg, il numero d’ordine ed eventuale cronologico]  è conforme all’originale (o alla coppa cartacea)  da cui è estratta previa scansione.

(Luogo, data)

(Avv. ______, firma digitale)

 

Nota: A seguito dell introduzione nelle specifiche tecniche dell’art. 19-ter (sotto riportato) l’attestazione di conformità può ora essere apposta su documento informatico separato.
L’articolo introduce (al comma 1) un criterio generale di predisposizione del documento separato che vale in tutte le ipotesi di attestazione per cui il documento informatico deve:

  • essere in formato pdf;
  • contenere una descrizione sintetica del documento di cui si sta attestando la conformità; contenere il nome del file (così come assegnato dal PdA o rinominato dal soggetto che compie l’attestazione ad es. il nome con il quale il documento di cui si attesta la conformità è salvato sul proprio sistema informatico);
  • essere sottoscritto dal soggetto che compie l’attestazione con firma digitale o con firma elettronica qualificata.

Nel caso di attestazione di conformità contenuta in file separato rispetto al file in cui è digitalizzato il documento cartaceo, la dichiarazione assumerà il seguente tenore:

Attestazione di conformità (su file separato) di copia informatica di atti o provvedimenti cartacei da inserire nel fascicolo telematico.

Il sottoscritto Avv. ___________________, con studio in ___________________, Via _____________________, c.f. _____________________, nella propria qualità di difensore dell’attore (o convenuto) sig. ____________________ c.f. ___________________, in forza di procura alle liti rilasciata in data ______________, ai sensi del combinato disposto degli artt. 16 decies e 16 undecies del D.L. n. 179/2012 (convertito in legge n. 221/2012),

attesta

che la copia informatica dell’atto (o provvedimento) _____________________ [descrivere l’atto o il provvedimento indicando la data di emissione, la data di deposito, il numero rg, il numero d’ordine ed eventuale cronologico] e contenuta nel separato file nominato [nomefile.pdf  indicare il nome del file che deve essere in formato pdf] è conforme all’originale (o alla copia cartacea) da cui è estratta previa scansione.

(Luogo, data)

(Avv. ______, firma digitale)

 

 

 

Art. 19 ter delle Specifiche tecniche
(Modalità dell’attestazione di conformità apposta su un documento informatico separato)
1. Quando si deve procedere ad attestare la conformità di una copia informatica, anche per immagine, ai sensi del terzo comma dell’art.16-undecies del decreto legge 18 ottobre 2012, n.179, convertito con modificazioni dalla legge 17 dicembre 2012, n.212, l’attestazione è inserita in un documento informatico in formato PDF e contiene una sintetica descrizione del documento di cui si sta attestando la conformità nonché il relativo nome del file. Il documento informatico contenente l’attestazione è sottoscritto dal soggetto che compie l’attestazione con firma digitale o firma elettronica qualificata secondo quanto previsto all’articolo 12, comma 2.
2. Se la copia informatica è destinata ad essere depositata secondo le regole tecniche previste dall’art.4 del decreto legge 29 dicembre 2009, n.193, convertito con modificazioni dalla legge 22 febbraio 2010, n.24, il documento informatico contenente l’attestazione è inserito come allegato nella “busta telematica” di cui all’articolo 14; i dati identificativi del documento informatico contenente l’attestazione, nonché del documento cui essa si riferisce, sono anche inseriti nel file DatiAtto.xml di cui all’articolo 12, comma 1, lettera e.
3. Se la copia informatica è destinata ad essere notificata ai sensi dell’art.3-bis della legge 21 gennaio 1994, n.53, gli elementi indicati al primo comma, sono inseriti nella relazione di notificazione.
4. Nelle ipotesi diverse dai commi 2 e 3, se la copia informatica è destinata ad essere trasmessa tramite posta elettronica certificata, l’attestazione di cui al primo comma è inserita come allegato al messaggio di posta elettronica certificata.
5. In ogni altra ipotesi, l’attestazione di conformità è inserita in un documento informatico in formato PDF contenente i medesimi elementi di cui al primo comma, l’impronta del documento informatico di cui si sta attestando la conformità e il riferimento temporale di cui all’articolo 4 comma 3 del D.P.C.M. 13 novembre 2014il documento informatico contenente l’attestazione è sottoscritto dal soggetto che compie l’attestazione con firma digitale o firma elettronica qualificata. L’impronta del documento può essere omessa in tutte le ipotesi in cui il documento informatico contenente l’attestazione di conformità è inserito, unitamente alla copia informatica del documento, in una struttura informatica idonea a garantire l’immodificabilità del suo contenuto.
6. L’attestazione di conformità di cui ai commi precedenti può anche riferirsi a più documenti informatici.

Art.16 decies D.L. 179/2012
Potere di certificazione di conformità delle copie degli atti e dei provvedimenti
Il difensore, il dipendente di cui si avvale la pubblica amministrazione per stare in giudizio personalmente, il consulente tecnico, il professionista delegato, il curatore ed il commissario giudiziale, quando depositano con modalità telematiche la copia informatica, anche per immagine, di un atto processuale di parte o di un provvedimento del giudice formato su supporto analogico e detenuto in originale o in copia conforme, attestano la conformità della copia al predetto atto. La copia munita dell’attestazione di conformità equivale all’originale o alla copia conforme dell’atto o del provvedimento.
Articolo aggiunto dall’articolo 19, comma 1, lettera b), del D.L. 27 giugno 2015 n. 83, convertito, con modificazioni, dalla Legge 6 agosto 2015, n. 132.

Art.16 undecies D.L. 179/2012
Modalità dell’attestazione di conformità
1. Quando l’attestazione di conformità prevista dalle disposizioni della presente sezione, dal codice di procedura civile e dalla legge 21 gennaio 1994, n. 53 , si riferisce ad una copia analogica, l’attestazione stessa è apposta in calce o a margine della copia o su foglio separato, che sia però congiunto materialmente alla medesima.
2. Quando l’attestazione di conformità si riferisce ad una copia informatica, l’attestazione stessa è apposta nel medesimo documento informatico.
3. Nel caso previsto dal comma 2, l’attestazione di conformità può alternativamente essere apposta su un documento informatico separato e l’individuazione della copia cui si riferisce ha luogo esclusivamente secondo le modalità stabilite nelle specifiche tecniche stabilite dal responsabile per i sistemi informativi automatizzati del Ministero della giustizia. Se la copia informatica è destinata alla notifica, l’attestazione di conformità è inserita nella relazione di notificazione.
3-bis. I soggetti di cui all’articolo 16-decies, comma 1, che compiono le attestazioni di conformità previste dalle disposizioni della presente sezione, dal codice di procedura civile e dalla legge 21 gennaio 1994, n. 53 , sono considerati pubblici ufficiali ad ogni effetto.

Articolo inserito dall’articolo 19, comma 1, lettera b), del D.L. 27 giugno 2015 n. 83, convertito, con modificazioni, dalla Legge 6 agosto 2015, n. 132 .