Intimazione di sfratto per morosità e citazione per convalida.

1329
0.00 / 5 - 0 voti

TRIBUNALE DI ————-

Intimazione di sfratto per morosità

e contestuale atto di citazione per convalida

Il sig. ———– ————- residente in ————-
Via ———— n. —, rappresentato e difeso dall’Avv. ———– ———– ed elettivamente domiciliato presso il suo studio sito in ————— alla Via ————— n. — come da procura speciale apposta a margine del presente atto,

premesso

– Che il ricorrente è proprietario di un locale adibito a —————- posto in ————– Via ———– n. —- condotto in locazione dal signor ———————- come da contratto del ——— registrato il ——— presso l’Ufficio del Registro di ———–;

– Che il canone convenuto fra le parti è di € ———- annui da corrispondersi in rate anticipate mensili di € ——-;

– Che il conduttore non ha provveduto al pagamento del canone dei seguenti mesi ——————– rendendosi moroso per la somma
complessiva di € —————- oltre interessi legali.

Tutto ciò premesso e considerato il sig. ————, come sopra rappresentato e difeso

intima

al signor —————— sfratto per morosità invitandolo a lasciare immediatamente libero di persone, vuoto di cose e nella piena
disponibilità del ricorrente il locale posto in ———– via ————- n. —, e nel contempo,

cita

il signor —————– domiciliato in ———— Via ———– n. — a comparire davanti al Tribunale di —————— all’udienza che ivi si stesso terrà il giorno —————— (rispettare il termine di cui all’art. 660 c.p.c. che deve intercorre fra notificazione ed
udienza)
alle ore 9,30 e seguenti presso i noti locali di via ————- n. —, sede del Palazzo di Giustizia, giudice designando ex art. 168 c.p.c., per sentire convalidare l’intimato sfratto e vedere apporre la formula esecutiva, con invito a costituirsi in giudizio nei modi e nei termini di cui agli artt. 166 e 167 c.p.c. e l’avvertimento che non comparendo o comparendo e non proponendo opposizione, lo sfratto sarà convalidato ai sensi dell’art. 663 c.p.c. con apposizione della formula esecutiva, ed altresì per ivi sentire accogliere le seguenti

conclusioni

voglia il Tribunale di
————-, disattesa ogni contraria istanza ed eccezione:

– Dichiarare la risoluzione, dovuta
ad inadempimento del conduttore, del contratto di locazione in atti;

– Convalidare lo sfratto per morosità relativamente all’immobile di cui si intima il rilascio e fissare a breve la data per l’esecuzione;

– emettere decreto ingiuntivo immediatamente esecutivo, in favore del sig. ——— ———- per il
complessivo importo di € ————- in quanto a sorte capitale, con aggiunta di interessi legali da applicare ad ogni singolo debito (che compone la somma
complessiva suddetta)
a decorrere dalla relativa scadenza, oltre spese e competenze professionali.

In via subordinata nel caso di opposizione:

– Pronunciare ordinanza di rilascio
immediatamente esecutiva fissando la data per l’esecuzione;

– Nel merito e definitivamente:
rigettare la spiegata opposizione e, conseguentemente, dichiarare risolto il contratto di locazione in atti per inadempimento della conduttrice e confermare
la condanna al rilascio dell’immobile ed al pagamento dei canoni scaduti oltre interessi;

In ogni caso con vittoria di spese, competenze ed onorari del giudizio.

Dichiarazione di valore ai fini del contributo unificato.

Il sottoscritto avv. —————- ai sensi dell’art. 14 del D.P.R. 30 maggio 2002 n. 115 dichiara che il valore del
presente procedimento è pari ad € ———— e che lo stesso verte in materia di locazione.

(luogo e data)

Avv. ———— ————-

RELATA DI
NOTIFICAZIONE

Io sottoscritto Ufficiale Giudiziario, addetto all’Ufficio N.E.P. presso il Tribunale di ————–, a richiesta dell’avv.
————————-, nell’interesse come in atti ho notificato il presente atto al sig. ——————– Via —————— n.— consegnandone copia conforme conforme all’originale a —————–

L’Ufficiale Giudiziario.

Articoli correlati