Schema ricorso per Cassazione penale

863
4.12 / 5 - 0 voti

Ricorso per Cassazione in materia penale

I ricorsi dovranno essere redatti secondo il seguente schema, come da protocollo CNF

STRUTTURA DELL’ATTO
In linea con le previsioni del codice di procedura penale l’atto dovrà contenere i seguenti elementi secondo le indicazioni dello schema:
1) parte ricorrente;
2) provvedimento impugnato;
3) indicazione della norma incriminatrice;
4) eventuale altro riferimento normativo attinente all’oggetto del ricorso;
5) esposizione dei motivi, ciascuno articolato come segue:
– epigrafe
– esposizione
– precisazioni;
6) conclusioni;
7) indicazione degli atti oggetto delle censure dedotte con i motivi del ricorso;
8) sottoscrizione;
9) indice degli allegati.

MOTIVI
Con specifico riferimento ai motivi di impugnazione:
– i vizi di legittimità dovranno essere esposti distinguendo le singole doglianze con riferimento ai casi dell’articolo 606 cod. proc. pen. ovvero ad altre norme;
– ogni motivo dovrà essere introdotto da una epigrafe che indichi il vizio dedotto, le norme che si assumono violate e i riferimenti alla fattispecie prevista dall’articolo 606 cod.proc.pen. ovvero ad altre norme;
– l’esposizione dei motivi, avente caratteristiche di sinteticità e chiarezza, dovrà evitare la riproduzione del contenuto degli atti processuali oggetto del gravame essendo sufficiente la specifica indicazione degli stessi integrata dalla elencazione di seguito prevista;
– dovranno evitarsi altresì ridondanti trascrizioni di riferimenti giurisprudenziali;
– in calce ad ogni singola doglianza saranno precisati, in relazione a quanto specificamente esposto, l’oggetto, il contenuto, le implicazioni del vizio dedotto.
La redazione dei motivi aggiunti seguirà le medesime indicazioni di cui ai punti che precedono.

CONCLUSIONI
Il ricorso conterrà le richieste relative ai motivi esposti nonché eventuali domande di sospensione della esecuzione della condanna civile o di dichiarazione di estinzione del reato o di misure cautelati.

INDICAZIONE DEGLI ATTI PROCESSUALI
Al fine di dare compiutezza all’onere di indicazione, gli atti che dovranno essere oggetto di valutazione saranno specificamente elencati unitamente agli elementi utili allo loro reperibilità nel fascicolo (affoliazione, faldone ecc…), così da renderli facilmente consultabili.