Falsità nelle relazioni o nelle comunicazioni delle società di revisione: permane la responsabilità ex d.lgs. 231/2001.

Cassazione penale, sez. unite, 22 settembre 2011, n. 34476

Falsità nelle relazioni o nelle comunicazioni delle società di revisione: permane la responsabilità ex d.lgs. 231/2001.

Riferimenti

«Il D.Lgs. 27 gennaio 2010, n. 39, nell’abrogare e riformulare il contenuto precettivo dell’art. 174-bis T.U.F. (D.lgs. 24 febbraio 1998, n. 58)  (Falsità nelle relazioni o nelle comunicazioni delle società di revisione), non ha influenzato in alcun modo la disciplina propria della responsabilità amministrativa da reato dettata dal D.Lgs. n. 231 del 2001, art. 25- ter, poiché le relative fattispecie non sono richiamate da questo testo normativo e non possono conseguentemente costituire fondamento di siffatta responsabilità».

Chiedi una consulenza legale su questo argomento

Leggi il testo completo della sentenza: Cassazione penale, sez. unite, 22 settembre 2011, n. 34476