Favoreggiamento della prostituzione tramite siti internet

Cassazione penale, sez. III, 6 dicembre 2010, n. 43251

Favoreggiamento della prostituzione tramite siti internet

Riferimenti

«Integra reato di favoreggiamento della prostituzione la condotta di chi pubblica su un sito web inserzioni pubblicitarie di donne che si offrono per incontri sessuali, purché accompagnate da ulteriori attività finalizzate ad agevolarne prostituzione (vedi sul punto : Cass. Sez. III Sent. n. 26343 del 18/03/09, rv 244266)»
Nella fattispecie l’imputato manteneva contatti diretti con le prostitute, di cui pubblicizzava, nei suoi siti internet, i recapiti telefonici e foto in scene di nudo ed in atteggiamento provocante, attività che – pur non essendo collegata in modo organico e diretto all’organizzazione criminale cui facevano capo le donne – era comunque contigua e funzionale alla stessa.

Chiedi una consulenza legale su questo argomento

Leggi il testo completo della sentenza: Cassazione penale, sez. III, 6 dicembre 2010, n. 43251