L’albergatore che non provvede al versamento dell’imposta di soggiorno è soggetto alla giurisdizione della Corte dei Conti

Cassazione civile, sez. unite, 24 luglio 2018, n. 19654

55
5.00 - 1 voto
L’albergatore che non provvede al versamento dell’imposta di soggiorno è soggetto alla giurisdizione della Corte dei Conti

L’albergatore che non provvede al versamento al Comune delle somme riscosse a titolo di imposta di soggiorno è soggetto alla giurisdizione della Corte dei Conti.

L’attività dell’albergatore che incassa per conto del Comune l’imposta di soggiorno da coloro che alloggiano presso la propria struttura ricettiva, con obbligo di versarla successivamente all’ente locale, ha natura di servizio pubblico.
L’albergatore, per via del maneggio di denaro pubblico, è obbligato alla resa del conto, ricoprendo di fatto la qualifica di agente contabile.
Pertanto, se questi non versa quanto incassato si configura una forma di responsabilità erariale e sussiste la giurisdizione della Corte dei conti.
Ad affermalo sono le Sezioni unite, secondo cui ogni controversia intercorrente con l’ente impositore dà luogo ad un giudizio di conto, sussistendo dunque la giurisdizione della Corte dei Conti.

Testo integrale della sentenza: Cassazione civile, sez. unite, 24 luglio 2018, n. 19654