Investimento volontario. L’assicurazione deve risarcire il danno.

Cassazione penale, sez. I, 18 novembre 2009, n. 44165

Investimento volontario. L’assicurazione deve risarcire il danno.

Riferimenti

L’assicurazione deve risarcire il danno anche quando l’auto è usata per investire qualcuno volontariamente.

L’utilizzo dell’automobile come arma non esclude la copertura assicurativa per i danni cagionati alla vittima dell’investimento in quanto, ancorché l’utilizzo del mezzo sia stato finalizzato alla commissione di un reato, lo stesso è pur sempre avvenuto in conformità allo scopo per cui il veicolo è stato costruito (ovvero il trasporto di cose e persone).
Il Collegio, in tema di responsabilità civile da circolazione stradale, ritiene di dover dare seguito al principio già espresso dalla Suprema Corte, secondo cui le norme trasfuse nel D. Lvo 7 settembre 2005, a. 209 (Codice delle assicurazioni) si riferiscono all’art. 2054 del Codice Civile, che non distingue di per sé tra azioni colpose o dolose, cosicché entrambe le condotte debbono intendersi ricomprese nella medesima tutela. La colpa va dunque intesa in senso lato, comprensivo sia del profilo colposo, derivante da imprudenza, negligenza e imperizia sia di quello doloso o intenzionalmente lesivo, salvo pur sempre il regresso della compagnia assicurativa nel confronti dell’assicurato o del conducente.
La normativa in questione, in altre parole, anche alla luce delle direttive europee, configura una responsabilità civile da circolazione non solo come rimedio contrattuale di copertura del rischio del soggetto assicurato, ma anche come strumento sostanziale e processuale di risarcimento del danneggiato alla luce del principio di solidarietà verso il danneggiato o terzo danneggiato, con tendenza alla rimozione degli ostacoli per l’integrale e tempestivo ristoro del pregiudizi ancorché arrecati da un rischio non specificatamente assunto in contatto dovendosi infatti ritenersi preminente l’interesse del danneggiato ad essere risarcito.

Chiedi una consulenza legale su questo argomento