Preliminare di vendita: l’esecuzione in forma specifica non è subordinata al preventivo pagamento del prezzo.

Cassazione civile, sez. II, 15 ottobre 2008, n. 25185

Preliminare di vendita: l’esecuzione in forma specifica non è subordinata al preventivo pagamento del prezzo.

Riferimenti

Preliminare di vendita: l’esecuzione in forma specifica non è subordinata al preventivo pagamento del prezzo la cui offerta può avvenire prima o durante il giudizio.

In tema di esecuzione specifica dell’obbligo di concludere un contratto, se esso ha per oggetto il trasferimento della proprietà di una cosa determinata o la costituzione o il trasferimento di un altro diritto, ai sensi dell’art. 2932 c.c., comma 2, l’accoglimento della domanda volta ad ottenere una sentenza che produca gli effetti del contratto non concluso è subordinata al preventivo adempimento, o all’offerta nei modi di legge, della controprestazione dovuta  (pagamento del prezzo) dalla parte che agisce per l’esecuzione, a meno che tale prestazione non sia ancora eseguibile.
Qualora, trattandosi di contratto preliminare di compravendita, le parti abbiano previsto il pagamento del prezzo (o della parte residua) contestualmente alla stipula del contratto definitivo, è ormai incontestato il principio di elaborazione giurisprudenziale secondo il quale, ai fini dell’accoglimento della domanda di esecuzione ex art. 2932, è sufficiente la semplice offerta della prestazione sia prima del giudizio, in qualsiasi forma idonea a manifestare tale volontà – ivi compreso l’invito a presentarsi dal notaio per la stipula – che nel corso del giudizio stesso (Cfr., Cass. n. 14378/04, n. 16822/03, 1077/95, 795/95).
L’offerta del pagamento del residuo prezzo della vendita deve essere effettuata formalmente, ovvero a mezzo ufficiale giudiziario e nel rispetto delle formalità previste dall’art. 1208 c.c., solo nell’ipotesi in cui il contratto preliminare abbia previsto che il versamento del prezzo debba avvenire in un momento antecedente alla stipula dell’atto traslativo della proprietà.

 

Art. 2932 
Esecuzione specifica dell’obbligo di concludere un contratto.
Se colui che è obbligato a concludere un contratto non adempie l’obbligazione, l’altra parte, qualora sia possibile e non sia escluso dal titolo, può ottenere una sentenza che produca gli effetti del contratto non concluso.
Se si tratta di contratti che hanno per oggetto il trasferimento della proprietà di una cosa determinata o la costituzione o il trasferimento di un altro diritto, la domanda non può essere accolta, se la parte che l’ha proposta non esegue la sua prestazione o non ne fa offerta nei modi di legge, a meno che la prestazione non sia ancora esigibile.

Chiedi una consulenza legale su questo argomento