Il sostituto del difensore di fiducia può procedere al patteggiamento?

Cassazione penale, sez. III, 5 aprile 2017, n. 20872

Il sostituto del difensore di fiducia può procedere al patteggiamento?

Riferimenti

È nullo l’accordo per l’applicazione di pena su richiesta delle parti (art. 444 c.p.p.) concluso col pubblico ministero dal sostituto processuale, nominato dal difensore di fiducia al quale l’imputato abbia rilasciato procura speciale per il patteggiamento ma senza specificazione in ordine alla pena di cui richiedere l’applicazione.
I poteri che derivano da tale procura si caratterizzano intuitu personae e non possono essere compresi fra quelli esercitabili dal sostituto processuale del difensore a norma dell’art. 102 c.p.p.
Diversamente il sostituto del difensore di fiducia, al quale l’imputato abbia rilasciato procura speciale per il patteggiamento con indicazione espressa della misura della pena e del computo per giungere ad essa, può validamente perfezionare l’accordo sulla pena, perché in tal caso è mero “nuncius” della volontà dell’imputato. (Sez. 1, n. 43045 del 25 settembre 2012, Salamone, Rv. 253785).

Chiedi una consulenza legale su questo argomento