É valida la cartella esattoriale che ometta il responsabile del procedimento se riferita a ruoli anteriori a giugno 2008

Cassazione civile, sez. VI, 12 gennaio 2016, n. 332

34
5.00 - 1 voto
É valida la cartella esattoriale che ometta il responsabile del procedimento se riferita a ruoli anteriori a giugno 2008

Non è nulla né annullabile la cartella esattoriale che non indica il responsabile del procedimento, se riferita a ruoli consegnati prima dell 1° giugno 2008

«La cartella esattoriale che ometta di indicare il responsabile del procedimento, se riferita a ruoli consegnati agli agenti della riscossione in data anteriore al 1 giugno 2008, pur essendo in violazione della L. 27 luglio 2000, n. 212, art. 7, comma 2, lett. a), non è affetta né da nullità, atteso che il D.L. 31 dicembre 2007, n. 248, art. 36, comma 4-ter, convertito dalla L. 28 febbraio 2008, n. 31, ha previsto tale sanzione solo in relazione alle cartelle riferite ai ruoli consegnati agli agenti della riscossione a decorrere dal 1 giugno 2008, Né da annullabilità, perché, essendo la disposizione di cui alla L. n. 212 del 2000, art. 7, priva di sanzione, e non incidendo direttamente la violazione in questione sui diritti costituzionali del destinatario, trova applicazione della  L. 7 agosto 1990, n. 241, art. 21 octies, il quale, allo scopo di sanare con efficacia retroattiva tutti gli eventuali vizi procedimentali non influenti sul diritto di difesa, prevede la non annullabilità del provvedimento adottato in violazione di norme sul procedimento o sulla forma degli atti, qualora, per la natura vincolata del provvedimento, come nel caso di cartella esattoriale, il suo contenuto dispositivo non avrebbe potuto essere diverso da quello in concreto adottato» (per tutte, Cass. Sez. 5, Sentenza n. 4516 del 21/03/2012).

Massima tratta da: Estratto della sentenza