Come vengono attribuite le stelle agli hotel ?

756
4.12 - 153 voti

Una classificazione standard degli hotel esiste solo dal 2008 ed è stata introdotta con il Decreto presidenza del consiglio dei ministri – dipartimento per lo sviluppo e la competitività del turismo 21 ottobre 2008 (in Gazz. Uff., 11 febbraio 2008, n. 34).
Tale decreto reca la Definizione delle tipologie dei servizi forniti dalle imprese turistiche nell’ambito dellarmonizzazione della classificazione alberghiera. Antecedentemente non esisteva uno standard comune nazionale per la classificazione gli alberghi sulla base delle loro caratteristiche strutturali e dei servizi offerti. La classificazione avveniva su base regionale, quindi spesso si riscontravano delle disparità nei servizi offerti da strutture dello stesso tipo.
Il decreto del 2008 definisce gli standard minimi nazionali dei servizi e delle dotazioni per la classificazione degli alberghi, basata su un codice rappresentato da un numero di stelle crescente. Gli standard minimi previsti dal decreto e riportati a seguire sono stati definiti in relazione all’apertura di nuovi alberghi o alla ristrutturazione di quelli esistenti.

ALBERGHI AD UNA STELLA

Servizi di ricevimento
Servizio di ricevimento: assicurato 12 ore su 24
Servizio di notte: addetto disponibile a chiamata
Servizio di trasporto bagagli negli orari in cui è garantito il ricevimento: assicurato a mezzo carrello
Servizio custodia in cassaforte dell’albergo

Servizi alle camere
Servizio di pulizia nelle camere: una volta al giorno
Cambio della biancheria da camera: una volta alla settimana salvo diverse scelte del cliente a tutela dell’ambiente
Cambio della biancheria da bagno: due volte alla settimana salvo diverse scelte del cliente a tutela dell’ambiente

Servizi vari
Servizio fax e fotocopiatrice

Sale o aree comuni
Almeno un’area per uso comune che può coincidere con la sala ristorante o colazione;
Punto ristoro, anche con distributore automatico.

Servizi igienici e bagni ad uso comune:
Servizi igienici destinati ai locali e aree comuni e/o dì somministrazione di alimenti e bevande con gabinetto distinto per sesso;
Bagni completi ad uso comune delle camere prive di bagno privato nella misura di un bagno ogni 8 posti letto o frazione non serviti di wc con minimo dì uno per piano;
Bagni privati nelle camere: il numero dei locali bagno completi dotati di acqua calda e fredda deve corrispondere al 40% delle camere

Camere
Un numero minimo di sette camere.
Per quanto riguarda la superficie delle camere e bagni privali deve essere prevista:
– per la camera singola una superficie minima di 8 metri quadrali al nello dei bagni privati
– per la camera doppia una superficie minima di 14 metri quadrali al netto dei bagni privati
– per ogni ulteriore posto letto una superficie minima di 6 metri quadrati al netto dei bagni privati
– per il bagno privato completo una superficie minima di 3 metri quadrati salve le deroghe previste da norme nazionali o regionali

Dotazione dell’esercizio alberghiero
Riscaldamento
– in tutto l’esercizio esclusi gli alberghi con apertura limitata alla stagione estiva. In tali strutture, qualora temporaneamente aperte in stagione non estiva, il riscaldamento deve essere comunque assicuralo in lutte le arce dell’esercizio effettivamente utilizzate.

Dotazioni varie

– televisore ad uso comune;
– apparecchio telefonico ad uso comune.

Dotazione delle camere
Arredamento di base (letto con comodino o piano di appoggio per ogni posto letto, sedia o altra seduta per letto, tavolino, armadio, specchio, cestino, punto luce sul comodino);
Lavabo dotato di acqua calda e fredda con specchio e presa di corrente (se privo di servizi igienici);
Chiamata del personale con citofono o campanello.

Dotazione dei bagni privati completi (lavabo, WC, bidet, vasca o doccia)
Chiamata di emergenza in tulti i servi/i igienici (privati e comuni);
Asciugamani e teli bagno in numero adeguato agli ospiti e tappetino;
Materiale d’uso per l’igiene della persona;
Cestino rifiuti e sacchetti igienici.

ALBERGHI A DUE STELLE

Servizi di ricevimento
Servizio di ricevimento: assicurato 12 ore su 24
Servizio di notte: addetto disponibile a chiamata
Servizio di trasporto bagagli negli orari in cui è garantito il ricevimento: assicurato a mezzo carrello
Servizio custodia in cassaforte dell’albergo

Servizio di prima colazione
In sale o aree comuni destinate anche ad altri usi.

Servizi alle camere
Servizio di pulizia nelle camere: una volta al giorno
Cambio della biancheria da camera: una volta alla settimana salvo diverse scelte del cliente a tutela dell’ambiente
Cambio della biancheria da bagno: due volte alla settimana salvo diverse scelte del cliente a tutela dell’ambiente

Servizi vari
Servizio fax e fotocopiatrice

Sale o aree comuni
Di superficie complessiva, non inferiore a mq. 4 per le prime 10 stanze, mq. 1 per ognuna delle ulteriori stanze fino alla ventesima, mq. 0,5 per ogni ulteriore stanza;
Punto ristoro, anche con distributore automatico.

Servizi igienici e bagni ad uso comune:
Servizi igienici destinati ai locali e aree comuni e/o dì somministrazione di alimenti e bevande con gabinetto distinto per sesso;
Bagni completi ad uso comune delle camere prive di bagno privato nella misura di un bagno ogni 6 posti letto o frazione non serviti di wc con minimo dì uno per piano;
Bagni privati nelle camere: il numero dei locali bagno completi dotati di acqua calda e fredda deve corrispondere al 80% delle camere

Camere
Un numero minimo di sette camere.
Per quanto riguarda la superficie delle camere e bagni privali deve essere prevista:
– per la camera singola una superficie minima di 8 metri quadrali al nello dei bagni privati
– per la camera doppia una superficie minima di 14 metri quadrali al netto dei bagni privati
– per ogni ulteriore posto letto una superficie minima di 6 metri quadrati al netto dei bagni privati
– per il bagno privato completo una superficie minima di 3 metri quadrati salve le deroghe previste da norme nazionali o regionali

Dotazione dell’esercizio alberghiero

Ascensore
Ascensore clienti (salve le deroghe previste da norme nazionali o regionali) obbligatorio per edifici superiori a due livelli (compreso i piani interrati qualora forniti, anche in parte, di locali a servizio degli ospiti)

Riscaldamento
– in tutto l’esercizio esclusi gli alberghi con apertura limitata alla stagione estiva. In tali strutture, qualora temporaneamente aperte in stagione non estiva, il riscaldamento deve essere comunque assicuralo in lutte le arce dell’esercizio effettivamente utilizzate.