Il contratto di locazione di immobile non registrato è nullo

Cassazione civile, sez. unite, 9 ottobre 2017, n. 23601

483
4.13 / 5 - 79 voti
 Il contratto di locazione di immobile non registrato è nullo

La mancata registrazione del contratto di locazione di immobili è causa di nullità dello stesso ai sensi della Legge n. 311 del 2004, art. 1, comma 346. Pur tuttavia il contatto di locazione di immobili, quando sia nullo per la sola omessa registrazione, può comunque produrre i suoi effetti con decorrenza ex tunc – ovvero retroattivamente – nel caso in cui la registrazione sia effettuata tardivamente.
L’effetto sanante e con efficacia retroattiva della registrazione tardiva consente di stabilizzare definitivamente gli effetti del contratto, assicurando piena tutela alla parte debole del rapporto, atteso che il conduttore non sarà esposto ad azioni di rilascio, godrà della durata come prevista ab origine dal contratto e non dalla sua registrazione, che, intervenendo a distanza di tempo dalla stipulazione, ne abbrevierebbe significativamente quanto arbitrariamente i termini di scadenza.

Testo integrale della sentenza:

Cassazione civile, sez. unite, 9 ottobre 2017, n. 23601