Il vincitore del concorso ha diritto all’inquadramento previsto dal bando subordinatamente alla permanenza dell’assetto organizzativo degli uffici in forza del quale il bando era stato emesso.

Cassazione civile, sez. unite, 2 ottobre 2012, n. 16728

580
0.00 / 5 - 0 voti

Risolvendo una questione di massima di particolare importanza, le S.U. hanno affermato che, in tema di impiego pubblico privatizzato, il diritto del candidato vincitore ad assumere l’inquadramento previsto dal bando di concorso, espletato dalla P.A. per il reclutamento dei propri dipendenti, è subordinato alla permanenza, al momento dell’adozione del provvedimento di nomina, dell’assetto organizzativo degli uffici in forza del quale il bando era stato emesso.

Massima tratta da: Massimario della Corte di Cassazione

Testo integrale della sentenza:

Cassazione civile, sez. unite, 2 ottobre 2012, n. 16728

Articoli correlati