Gratuito patrocinio in caso di soccombenza in primo grado

Cassazione civile, sez. II, 30 aprile 2019, n. 11470

390
5.00 / 5 - 1 voto
 Gratuito patrocinio in caso di soccombenza in primo grado

Gratuito patrocinio: in caso di soccombenza nel primo grado di giudizio può essere riproposta domanda per il grado di appello

Il Testo unico Spese di Giustizia, all’art. 120, assicura il permanere di efficacia dell’ammissione al patrocinio a spese dello stato, pur ove la parte ammessa sia risultata soccombente in primo grado, per l’esercizio dell’azione di risarcimento del danno nel processo penale.
In tutti gli altri casi è prevista la perdita d’efficacia dell’ammissione al beneficio del gratuito patrocinio. Ciò però non impedisce la possibilità di presentare una nuova istanza per il grado successivo, in relazione alla quale il competente consiglio dell’ordine sarà tenuto a rivalutare i presupposti di cui al T.U
La disposizione di cui all’art. 120 d.P.R. n. 115 del 2002 non preclude alla parte ammessa al patrocinio a spese dello Stato, che sia rimasta soccombente nel giudizio di primo grado, di giovarsi del medesimo istituto anche nel giudizio di impugnazione avverso la pronuncia a sé sfavorevole, purché, in presenza delle condizioni necessarie, proponga nuova istanza di ammissione al beneficio.

Art. 120 DPR 115/2002
Àmbito di applicabilità.

1. La parte ammessa rimasta soccombente non può giovarsi dell’ammissione per proporre impugnazione, salvo che per l’azione di risarcimento del danno nel processo penale.