Incidenti stradali: il concorso colposo a fronte della palese responsabilità dell’altro conducente.

Cassazione civile, sez. III, 7 giugno 2011, n. 12408

366
4.12 / 5 - 0 voti
 Incidenti stradali: il concorso colposo a fronte della palese responsabilità dell’altro conducente.

«In tema di scontro tra veicoli e di applicazione dell’art. 2054 c.c., l’accertamento in concreto della colpa di uno dei conducenti non comporta di per sé il superamento della presunzione di colpa concorrente dell’altro (all’uopo occorrendo che quest’ultimo fornisca la prova liberatoria, ovvero la dimostrazione di essersi uniformato alle norme sulla circolazione e a quelle della comune prudenza, e di essere stato messa in condizioni di non potate fato alcunché per evitate il sinistro) non può essere inteso nel senso che, anche quando questa prova non sia in concreto possibile e sia positivamente accertata la responsabilità di uno dei conducenti per avere tenuto una condotta in sé del tutto idonea a cagionare l’evento, l’apporto causale colposo dell’altro conducente debba essere, comunque, in qualche misura riconosciuto».

Testo integrale della sentenza:

Cassazione civile, sez. III, 7 giugno 2011, n. 12408