No al permesso di soggiorno ai migranti economici

Cassazione civile, sez. I, 24 settembre 2019, n. 23757

70
5.00 / 5 - 1 voto
 No al permesso di soggiorno ai migranti economici

No al permesso di soggiorno ai migranti economici, non basta essere poveri o provenire da un paese povero per il il rilascio del permesso di soggiorno per motivi umanitari

É stata respinta la richiesta presentata da un cittadino nigeriano finalizzata ad ottenere il riconoscimento del permesso di soggiorno per motivi umanitari sulla base dello stato di povertà e del richiamo alla difficile situazione socio-economica del Paese di origine, dove il 60% della popolazione è al di sotto della soglia di povertà.
Il ricorrente aveva invocato il diritto di ogni individuo ad un livello di vita dignitoso ed il “diritto dalla libertà dalla fame” ex art. 11 del Patto internazionale sui diritti economici, sociali e culturali di New York del 16 dicembre 1996.
Secondo conforme orientamento della Suprema Corte le situazioni di difficoltà, anche estrema, di carattere economico e sociale, non sono sufficienti in se stesse, in assenza di specifiche condizioni di vulnerabilità, a giustificare il rilascio del permesso di soggiorno per motivi umanitari (cfr. Cass. 07/02/2019 n. 3681).