Privilegio dei crediti per provvigioni ex art. 2751-bis n. 3 Cod. Civ. Non spetta alle società di capitali che esercitano l’attività di agente.

Cassazione civile, sez. unite, 16 dicembre 2013, n. 27986

434
0.00 / 5 - 0 voti

La disposizione, di cui all’art. 2751-bis, numero 3), cod. civ., inserito dall’art. 2 della legge 29 luglio 1975, n. 426 (Modificazioni al codice civile e alla legge 30 aprile 1969, n. 153, in materia di privilegi) – secondo la quale «Hanno privilegio generale sui mobili i crediti riguardanti: […] 3) le provvigioni derivanti dal rapporto di agenzia dovute per l’ultimo anno di prestazione e le indennità dovute per la cessazione del rapporto medesimo» -, deve essere interpretata, in conformità con l’art. 3 Cost. ed in sintonia con la ratio dello stesso art. 2751-bis cod. civ., nel senso che il privilegio dei crediti ivi previsto non assiste i crediti per provvigioni spettanti alla società di capitali che eserciti l’attività di agente.

Testo integrale della sentenza:

Cassazione civile, sez. unite, 16 dicembre 2013, n. 27986