Processo amministrativo: valida la notificazione del ricorso in unica copia al procuratore costituito per più parti.

Consiglio di Stato, sez. IV, 4 marzo 2016, n. 888

587
4.12 - 0 voti
 Processo amministrativo: valida la notificazione del ricorso in unica copia al procuratore costituito per più parti.

Nel processo amministrativo è valida la notificazione del ricorso effettuata in unica copia presso il procuratore costituito nonostante la pluralità di parti.
«Invero, in forza dell’art. 330, comma 1, cod. proc. civ., il procuratore costituito è il destinatario (non il consegnatario) della notificazione dell’impugnazione, perché la norma risponde all’esigenza che le parti vengano a conoscenza dell’atto di impugnazione attraverso il loro difensore, in quanto soggetto professionalmente qualificato (Cass. civ., ss.uu., 15 dicembre 2008, n. 29290).
Anche in caso di pluralità delle parti, il destinatario della notifica è dunque unico. Ne consegue la validità della notificazione effettuata mediante consegna di una sola copia.
Anche il precedente più formale orientamento giurisprudenziale (Cass. civ., ss. uu., 10 ottobre 1997, n. 9859), nel richiedere la consegna al procuratore costituito di tante copie quante erano le parti rappresentate, affermava, tuttavia, che la consegna di un numero inferiore di copie desse luogo un’ipotesi non di inesistenza, ma di nullità della notificazione, sanabile con la costituzione delle parti. Considerato quindi, che nel presente giudizio le parti appellate si sono tutte costituite e difese nel merito la nullità dedotta sarebbe comunque sanata».

Massima tratta da: Estratto della sentenza

Testo integrale della sentenza:

Consiglio di Stato, sez. IV, 4 marzo 2016, n. 888