L’avvocato che rinuncia al mandato è onerato della difesa penale fino al subentro di altro difensore.

Cassazione penale, sez. V, 16 aprile 2012, n. 14348

5024
4.12 - 79 voti
 L’avvocato che rinuncia al mandato è onerato della difesa penale fino al subentro di altro difensore.

La rinuncia al mandato da parte del difensore di fiducia al quale sia stato notificato l’avviso di udienza non ha effetto immediato, essendo il legale rinunciante ancora onerato della difesa dell’imputato fino alla nomina del difensore d’ufficio o eventualmente di altro di fiducia.
Nella medesima sentenza la Corte rammenta altresì che per giurisprudenza ormai costante è comunque legittima la nomina, in qualità di difensore di ufficio dell’imputato
rimasto privo di difesa a seguito di rinuncia all’incarico del difensore di fiducia, di un avvocato non individuato nell’elenco di cui al secondo comma dell’art. 97 cpp ma immediatamente reperibile in aula.