Sul provvedimento di ritiro della patente in conseguenza a ipotesi di reato ex art. 223 C.d.S.

Cassazione civile, sez. unite, 6 giugno 2007, n. 13226

364
0.00 - 0 voti

Risolvendo un contrasto di giurisprudenza le Sezioni Unite hanno statuito che, in caso di incidente stradale con lesioni colpose, il provvedimento prefettizio di sospensione provvisoria della patente, ai sensi dell’art. 223 del Codice della Strada, debba essere adottato in un lasso di tempo ragionevole dal fatto.
Se infatti detta misura può intervenire anche oltre il termine di venticinque giorni dall’incidente (desumibile dai commi primo e secondo del menzionato articolo e costituito dalla somma dei dieci giorni per la trasmissione del rapporto e dei quindici giorni per il parere del competente ufficio della Direzione Generale della Mtc) in quanto si deve tenere conto del tempo utile per la richiesta del parere e per la trasmissione dello stesso, il ritardo non deve comunque essere tale da far venir meno le esigenze cautelari cui è preordinata la sospensione della patente.