Se il tagliando del parcheggio non si vede la contravvenzione va annullata ma le spese del giudizio sono compensate.

Cassazione civile, sez. VI, 27 aprile 2016, n. 8282

701
4.12 / 5 - 0 voti
 Se il tagliando del parcheggio non si vede la contravvenzione va annullata ma le spese del giudizio sono compensate.

La S.C. ha confermato la decisione dei giudici del merito, circa la compensazione delle spese di lite nel giudizio volto all’annullamento della sanzione per la violazione del C.d.S. discendente dalla mancata esposizione del tagliando comprovante il pagamento della tariffa del parcheggio.
È emerso in corso di causa che l’agente accertatore aveva legittimamente elevato il verbale di contravvenzione opposto, giacché l’auto dell’opponente si trovava in sosta senza tagliando di pagamento, salvo poi accertarsi che il contravventore opponente aveva pagato il corrispettivo della sosta, il cui tagliando non era stato però esposto in maniera corretta sul parabrezza bensì sul sedile.
Secondo il giudice di pace vi era sì l’insussistenza della violazione contestata, ma anche la correttezza dell’operato del vigile che, per difetto dell’opponente, non aveva potuto verificare l’assolvimento dell’obbligo. L’accertamento elevato quindi, era stato indotto da un erroneo comportamento dell’opponente.

Testo integrale della sentenza:

Cassazione civile, sez. VI, 27 aprile 2016, n. 8282