Trasferimento del dipendente pubblico per incompatibilità ambientale

La decisione di trasferire un pubblico dipendente per incompatibilità ambientale rientra in un potere discrezionale dell’Amministrazione insindacabile nel merito.

Il trasferimento d’ufficio di un pubblico dipendente per incompatibilità ambientale rientra in un potere discrezionale dell’Amministrazione alla quale spetta la valutazione dei fatti causativi della situazione di incompatibilità e la loro influenza sul regolare svolgimento della funzione svolta dall’Ufficio.
Pertanto, in mancanza di riscontrabili vizi procedimentali (irragionevolezza o illogicità del provvedimento), l’interessato non può gravarsi contro il provvedimento in forza del quale sia stato trasferito in vista della necessità di rimuovere un disservizio dovuto alla situazione di incompatibilità ambientale da lui determinata.
Sono queste le argomentazioni con le quali il TAR di Bari ha rigettato il ricorso di un professore trasferito dal Provveditore in altro Istituto, per aver tenuto comportamenti non consoni al proprio ruolo, ritenuti pregiudizievoli per l’organizzazione scolastica.

Trasferimento del dipendente pubblico per incompatibilità ambientale

TAR Puglia Bari, sez. II, 1 febbraio 2008, n. 121

703
4.12 / 5 - 79 voti