Il nuovo contrassegno di parcheggio per disabili europeo obbligatorio dal 15 settembre 2015

339

Il 15 settembre 2012 è entrato in vigore in Italia il nuovo contrassegno di parcheggio per disabili “europeo”, con un formato rettangolare, di colore azzurro chiaro, con il simbolo internazionale dell’accessibilità bianco della sedia a rotelle su fondo blu.
Il nuovo contrassegno rilasciato a partire dal 15 settembre 2012 è stato introdotto con il Decreto del Presidente della Repubblica n.151 del 30 luglio 2012, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 203 del 31 agosto 2012, ed è conforme al “contrassegno unificato disabili europeo” (CUDE) previsto dalla Raccomandazione del Consiglio dell’Unione europea 98/376/CE.
Il 15 settembre 2015 scadono invece i tre anni concessi ai comuni per sostituire il precedente contrassegno di parcheggio per disabili, modello arancione, con il nuovo modello europeo.
L’articolo 3 del DPR 151/2012 prevede infatti la sostituzione del “contrassegno invalidi” con il nuovo “contrassegno di parcheggio per disabili” entro tre anni dalla data di entrata in vigore del regolamento ovvero entro tre anni dal 15 settembre 2012, salvo che le amministrazioni comunali non abbiano deciso tempi più contenuti. Nel periodo transitorio di tre anni ormai prossimo alla scadenza i contrassegni arancioni hanno conservato la loro validità.
Il contrassegno europeo sarà valido anche negli altri paesi aderenti all’UE, senza rischiare di subire multe o altri disagi per il mancato riconoscimento del documento rilasciato dall’autorità italiana.
Il contrassegno è strettamente personale, non è vincolato ad uno specifico veicolo ed ha valore su tutto il territorio nazionale. In caso di utilizzazione, lo stesso deve essere esposto, in originale, nella parte anteriore del veicolo, in modo che sia chiaramente visibile per i controlli.