Progetto “Frutta nelle scuole”.

576
0.00 / 5 - 0 voti

Continua anche nel 2012/2013 il programma comunitario “Frutta nelle scuole”, per il quale all’Italia sono stati assegnati circa 20 milioni e mezzo di euro.
Per il 2012-2013, quindi, sarà possibile proseguire per il quarto anno consecutivo la campagna di sensibilizzazione del Mipaaf, finalizzata a formare e consolidare sane abitudini alimentari fin dall’infanzia, attraverso diverse attività formative e la somministrazione di prodotti ortofrutticoli freschi, scelti col criterio di stagionalità e privilegiando frutta e verdura di qualità certificata (DOP, IGP e biologici), coinvolgendo, oltre agli alunni delle scuole primarie di tutte le Regioni italiane, anche i loro genitori e insegnanti.
Alle risorse stanziate dall’Ue, si aggiungeranno i fondi nazionali cofinanziati dal Ministero dell’Economia e delle finanze dal fondo di rotazione IGRUE, con i quali si prevede di raggiungere un totale di oltre 35 milioni di euro, permettendo così di coinvolgere per la prossima edizione più di 1 milione di bambini tra i 6 e gli 11 anni e 6.600 istituti di tutta Italia, pari a circa il 40% della popolazione scolastica complessiva.
Almeno una volta a settimana, e per almeno 42 volte durante tutto l’anno scolastico, la merenda di metà mattina dei bambini sarà sostituita da frutta fresca o da spremute e centrifughe preparate al momento. Una particolare attenzione è riservata anche all’impatto ambientale di questa iniziativa, che si avvale dell’utilizzo di contenitori e confezioni biodegradabili o riutilizzabili. Previste anche visite alle fattorie didattiche, ai mercati degli agricoltori e la coltivazione di orti scolastici.

Articolo tratto da: Ministero della Salute

Articoli correlati