Liquidazione dei compensi degli avvocati, in arrivo un decreto di regolamentazione.

480
4.12 - 60 voti

Il Ministro della Giustizia Andrea Orlando ha firmato oggi e trasmesso al Consiglio di Stato il decreto ministeriale relativo alla regolamentazione dei parametri per la liquidazione dei compensi degli avvocati.

L’intervento normativo ha recepito alcune delle proposte avanzate dal Consiglio Nazionale Forense apportando modifiche per:

  1. evitare che il giudice provveda alla liquidazione del compenso dell’avvocato senza avere come riferimento alcuna soglia numerica minima, con il rischio di rendere inadeguata la remunerazione della prestazione professionale;
  2. aumentare i compensi dovuti all’avvocato che assiste più soggetti aventi la stessa posizione processuale, sia mediante l’incremento del compenso spettante per i soggetti assistiti oltre il primo, sia mediante l’aumento della soglia massima di soggetti assistiti;
  3. consentire, nel processo amministrativo, una maggiorazione del compenso relativo alla fase introduttiva del giudizio quando l’avvocato propone motivi aggiunti.

Le modifiche apportate al decreto ministeriale hanno cercato, inoltre, di eliminare dubbi interpretativi e di colmare vuoti della regolazione, come nei casi di compensi tabellari da riferirsi ad avvocati che svolgano funzioni in sede di arbitrato o nei casi in cui è stata integrata la disciplina parametrale, prevedendo un compenso per l’attività svolta dall’avvocato nei procedimenti di mediazione e nei procedimenti di negoziazione assistita

In particolare per quanto riguarda la di negoziazione assistita attività svolta dall’avvocato nel procedimento di mediazione e nella procedura di negoziazione assistita è di regola liquidata in base ai parametri numerici di cui alla allegata tabella

Compensi nel procedimento di mediazione e procedura di negoziazione assistita

Valore Da € 0,01
a € 1.100,00
Da € 1.100,01
a € 5.200,00
Da € 5.200,01
a € 26.000,00
Da € 26.000,01
a € 52.000,00
Da € 52.000,01
a € 260.000,00
Da € 260.000,01
a € 520.000,00
Fase di attivazione € 60,00 € 270,00 € 450,00 € 510,00 € 960,00 € 1305,00
Fase di negoziazione € 120,00 € 540,00 € 840,00 € 1.020,00 € 1.920,00 € 2.610,00
Fase di conciliazione € 180,00 € 810,00 € 1.260,00 € 1.530,00 € 2.880,00 € 3.915,00

Articolo tratto da: Ministero della Giustizia