Modalità di versamento dell’imposta municipale propria (IMU).

848
0.00 / 5 - 0 voti

Atteso il disposto dell’art. 13 del decreto legge 6 dicembre 2011, n. 201 ed, in particolare del comma 12°, che stabilisce che il versamento dell’ imposta municipale propria (IMU) è effettuato secondo le disposizioni di cui all’articolo 17 del decreto
legislativo 9 luglio 1997, n. 241
, con le modalità definite con provvedimento del Direttore
dell’Agenzia delle entrate, L’Agenzia ha individuato come segue le modalità di versamento, ripartizione ed accreditamento delle somme riscosse:

1. Modalità di versamento dell’imposta municipale propria
1.1 I versamenti dell’imposta municipale propria (di seguito denominata IMU), nonché dei relativi interessi e sanzioni, sono eseguiti esclusivamente con le modalità di cui al capo III del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, utilizzando il modello F24.
1.2 Ai sensi dell’articolo 37, comma 49, del decreto legge 4 luglio 2006, n. 223, convertito dalla legge del 4 agosto 2006, n. 248, i soggetti titolari di partita IVA sono tenuti ad effettuare i versamenti esclusivamente con modalità telematiche.
1.3 Con separate risoluzioni dell’Agenzia delle Entrate sono istituiti gli appositi codici da indicare nel modello F24 e sono impartite le relative istruzioni di compilazione.

2. Ripartizione e accreditamento delle somme riscosse
2.1 La struttura di gestione di cui all’articolo 22, comma 3, del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, (d’ora in poi struttura di gestione) accredita ai comuni le somme ad essi spettanti, secondo i codici di riferimento indicati nei modelli F24.

2.2 L’Agenzia delle entrate con cadenza settimanale trasmette ai comuni, esclusivamente con modalità telematiche, appositi flussi informativi contenenti:
a) dati analitici dei versamenti eseguiti dai contribuenti;

b) estremi delle operazioni di accreditamento delle quote di gettito spettanti;

c) dati dei versamenti annullati successivamente alla presentazione del modello F24 su richiesta degli intermediari della riscossione e, laddove previsto, dai contribuenti stessi;
d) dati delle regolazioni contabili effettuate dalla struttura di gestione per effetto delle operazioni di cui alla lettera e).