Nuove buste e cartoline per la notifica degli atti giudiziari

2238
4.12 - 153 voti
Nuove buste e cartoline per la notifica degli atti giudiziari

Gli uffici postali di Poste Italiane dal 1° Febbraio 2018 non accettano più la vecchia modulistica in uso per la spedizione degli atti giudiziari. Si passa dalle buste di formato 12 cm x 18 cm al formato 11 cm x 23 cm.

Una prima modifica è già partita da lunedì 15 gennaio: da tale data gli avvisi ex artt. 140 e 660 cpc sono  già spediti con la nuova modulistica che ha lo scopo di evitare la confusione tra gli avvisi di ricevimento ed evitare che erroneamente venga effettuato il CAN o il CAD per gli avvisi predetti.

La modifica che riguarda direttamente gli studi legali è quella relativa alle buste e avvisi di ricevimento attualmente in uso: dal giorno 26 gennaio 2018 non sono più accettati allo sportello le vecchie buste e cartoline in quanto solo i nuovi avvisi di ricevimento hanno codici a barre che dovrebbero consentire la tracciatura più semplice e sicura non solo dell’atto giudiziario ma soprattutto dell’avviso di ricevimento, il cui numero è finalmente predeterminato e tracciabile. È lo stesso numero della raccomandata ma al posto del 7 come primo numero ha il 6, e all’ultimo numero si aggiunge nove, come potete vedere dal pdf.

Cambiano anche le dimensioni delle buste: quelle di formato 12 x 18 non sono più accettate dalla posta, il nuovo formato per gli atti giudiziari è 11 x 23. Le buste di formato diverso da quello 11 x 23 avranno un costo di spedizione più alto in quanto considerate fuori standard.