L’Organismo Congressuale Forense scrive al Presidente Conte sulla riforma della Giustizia

461
5.00 / 5 - 1 voto
 L’Organismo Congressuale Forense scrive al Presidente Conte sulla riforma della Giustizia

L’Organismo Congressuale Forense ha inviato oggi una PEC al Presidente del Consiglio dei Ministri avvocato Giuseppe Conte lamentando, giustamente, la forte indignazione dell’Avvocatura rispetto alla condotta ed alle esternazioni del ministro della giustizia Bonafede.

L’OCF lamenta in particolare la banalizzazione di “questioni complesse e dolenti” come quella della prescrizione; il malcelato riferimento all’avvocatura quale causa dei problemi della Giustizia quali la lentezza dei procedimenti e la conseguente prescrizione di una mole di reati; la stesura dei testi di legge di riforma  dei riti civile e penale senza alcuna forma di dialogo con gli organismi di rappresentanza politica dell’Avvocatura.

A seguire il testo della lettera dell’Organismo Congressuale Forense inviata al Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte in merito alle recenti dichiarazioni del Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede sulla prescrizione penale.