Modello F24: pagamento solo online dal 1° ottobre 2014

396
4.12 / 5 - 0 voti
 Modello F24: pagamento solo online dal 1° ottobre 2014

A partire dal prossimo 1° ottobre 2014, anche per le persone fisiche non titolari di partita IVA, i pagamenti del modello F24 per importi superiori a 1.000,00 euro saranno possibili solo online – attraverso i servizi di home banking offerti dalla propria banca – con addebito diretto su conto corrente. Non sarà più possibile versare importi superiori a detta soglia presso lo sportello di banche, Poste ed Equitalia con il solito modello F24 cartaceo e neppure avvalendosi di strumenti diversi dal contante come assegni o bancomat.
La novità è stata introdotta dal D.L. n. 66/2014 (c.d. Decreto Irpef 2014) che, in particolare, all’art. 11, comma 2 dispone che i versamenti mediante modello F24 dovranno essere effettuati:

  • nel caso in cui, per effetto delle compensazioni effettuate, il saldo finale sia pari a zero, esclusivamente mediante i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate (F24 online – F24 web – F24 cumulativo);
  • nell’ipotesi in cui siano effettuate delle compensazioni e il saldo finale sia di importo positivo, esclusivamente mediante i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate e dagli intermediari della riscossione convenzionati (i.e. le banche);
  • •se il saldo finale sia di importo superiore a 1.000 euro, esclusivamente mediante i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate e dagli intermediari della riscossione convenzionati con la stessa.

Il pagamento con il modello F24 cartaceo potrà, invece, continuare ad essere effettuato presso le banche, gli uffici postali o uno degli sportelli di Equitalia soltanto nel caso l’importo riportato nel modello stesso, senza aver fatto ricorso alla compensazione, sia pari a zero o sia inferiore a 1.000,00 euro.
Sì all’F24 di carta ancora fino al 31 dicembre di quest’anno anche per i versamenti rateali in corso di tributi, contributi e altre entrate, anche in caso di somme superiori a 1000 euro, di crediti in compensazione o di saldo del modello pari a zero. La presentazione del modello F24 cartaceo è inoltre possibile per i soggetti che hanno diritto ad agevolazioni fiscali, nella forma di crediti di imposta, utilizzabili in compensazione esclusivamente presso gli agenti della riscossione.
In alternativa, sarà possibile fare ricorso, come detto, ai servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate, quali F24web, F24online e F24cumulativo. In tali casi il contribuente dovrà compilare e trasmettere il modello di versamento dell’F24 direttamente, non essendo necessaria la presenza di un intermediario abilitato. L’F24cumulativo potrà essere utilizzato solo dagli intermediari abilitati, i quali potranno effettuare i versamenti per i loro clienti, con addebito diretto sul conto corrente di questi ultimi.