Seggiolini antiabbandono obbligatori dal 7 novembre 2019

753
4.79 / 5 - 79 voti
 Seggiolini antiabbandono obbligatori dal 7 novembre 2019

Seggiolini antiabbandono obbligatori. In vigore il decreto attuativo della Legge 117/2018. Dispositivi anti abbandono obbligatori dal 7 novembre 2019

Entra in vigore il 7 novembre 2017 l’obbligo di dotare gli autoveicoli di seggiolini anti abbandono per il trasporto dei bambini. Decorso il termine di vacatio legis entra oggi in vigore il decreto attuativo della Legge 117/2018 che ha introdotto l’obbligo di installazione di dispositivi per prevenire l’abbandono di bambini nei veicoli chiusi. Detto decreto era stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del 23 ottobre 2019, n. 249.
Circa un anno fa, sulla Gazzetta Ufficiale del 12 ottobre 2018 era stata pubblicata la Legge 117/2018 che ha introdotto l’obbligo, a partire dal primo di luglio del 2019, di equipaggiare le vetture con a bordo bambini di età inferiore a quattro anni con apposito dispositivo di allarme volto a prevenire l’abbandono del bambino (cd. seggiolino anti abbandono). Si tratta di dispositivi di allarme la cui funzione è quella di prevenire l’abbandono dei bambini di età inferiore ai 4 anni a bordo di veicoli delle categorie M1, N1, N2 e N3 e che si attiva nel caso di allontanamento del conducente dal veicolo.
Tale legge è stata introdotta per prevenire le conseguenze disastrose dei casi di vuoto di memoria dei genitori (c.d. amnesia dissociativa) che in più di una occasione, dimenticando il minore allacciato al seggiolino nella vettura chiusa, ne hanno determinato la morte.

Sanzioni per omesso uso di seggiolini anti abbandono

La medesima legge ha inoltre modificato il comma 10 dell’art. 172 del Codice della Strada introducendo una sanzione per il mancato utilizzo di tale dispositivo di allarme.
La sanzione amministrativa va ora da un minimo di € 81 ad € 326 cui si aggiunge la sanzione accessoria della sospensione della patente di guida da 15 giorni a 2 mesi in caso di duplice infrazione in un periodo di due anni.

Caratteristiche tecniche dei seggiolini antiabbandono

Stando al disposto del secondo comma dell’articolo 1 della Legge 117/2018 il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti avrebbe dovuto varare, entro sessanta giorni dall’entrata in vigore della legge medesima, un decreto che stabilisse le caratteristiche tecniche del sistema di allarme.
Tale decreto è stato firmato solo lo scorso 7 ottobre dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 249 del 23 ottobre 2019.
Il decreto ministeriale n. 122 del 2 ottobre 2019 reca appunto il regolamento di attuazione del nuovo art. 172 c.d.s. in materia di dispositivi antiabbandono da applicare sui seggiolini auto per bambini di età inferiore ai 4 anni.

Il seggiolino antiabbandono può essere:
integrato all’origine nel sistema di ritenuta per bambini;
– una dotazione di base o un accessorio del veicolo, compresi nel fascicolo di omologazione del veicolo stesso;
indipendente sia dal sistema di ritenuta per bambini sia dal veicolo.
Si considerano conformi alle disposizioni del presente regolamento tutti i dispositivi antiabbandono legalmente commercializzati anche in altri Stati dell’Unione Europea o in Turchia o originari in uno Stato appartenente all’EFTA, che è parte contraente dell’Accordo SEE.
L’applicazione di tale decreto è soggetta alle disposizioni del regolamento europeo n. 764/2008/CE e del regolamento UE n. 2019/515.

Incentivi per l’acquisto di seggiolini antiabbandono

La legge 117/2018 ha inoltre previsto degli incentivi per l’acquisto dei nuovi seggiolini anti abbandono ed una campagna istituzionale di di informazione e sensibilizzazione.
In particolare al fine di agevolare l’acquisto di dispositivi di allarme volti a prevenire l’abbandono dei bambini nei veicoli, previsti dall’articolo 172, comma 1-bis, del codice della strada, con appositi provvedimenti legislativi potranno essere previste, nel rispetto della normativa europea sugli aiuti di Stato, agevolazioni fiscali limitate nel tempo.