Terremoto in Abruzzo. gli interventi dell’INAIL.

712
0.00 / 5 - 0 voti

Al fine di assicurare la continuità dei servizi e della sua presenza sul territorio, l’INAIL ha varato alcune particolari misure organizzative per garantire la totale operatività di tutte le strutture presenti nelle aree colpite dal terremoto:

– a causa della sua temporanea inagibilità, l’operatività della direzione regionale Abruzzo e quella della sede dell’Aquila saranno temporaneamente garantite presso la città di Avezzano;
– sempre presso la sede di Avezzano verrà garantito un presidio sanitario che consentirà di effettuare le attività medico-legali relative alle trattazioni dei casi di infortunio di competenza della sede dell’Aquila;
– per la città dell’Aquila è previsto, in coordinamento con la Protezione civile, l’utilizzo del “camper per la prevenzione”, al fine di realizzare un centro di ascolto per l’utenza interna ed esterna;
– tutti i dati contenuti nei server della Direzione regionale e della sede dell’Aquila sono stati opportunamente duplicati e protetti: un’operazione indispensabile per potere comunque garantire lo svolgimento di tutte le pratiche relative a queste strutture;
– sono in corso costanti contatti con la Direzione generale e il responsabile regionale dell’Inps per coordinare le iniziative logistiche e organizzative da intraprendere, anche attraverso l’utilizzo di uffici postali mobili;
– tecnici dell’Istituto daranno il proprio supporto ai gruppi di rilevamenti predisposti dai comuni per il censimento dello stato degli edifici pubblici e privati.

L’INAIL, inoltre, interverrà in aiuto dei propri dipendenti coinvolti nel sisma, garantendo il naturale riconoscimento del pieno trattamento retributivo e il rapido ripristino della normalità operativa (con la disposizione di specifiche misure logistiche per il raggiungimento di altre sedi, in caso di inagibilità di quelle attuali).
Infine, l’Istituto ha ritenuto necessario predisporre un aiuto economico straordinario per consentire a tutti i propri lavoratori che hanno subito gravi danni alle abitazioni di potere affrontare con più tranquillità la drammaticità di questo momento.

Articolo tratto da: INAIL