Calcolo termini processuali Termini 183 e 190 cpc

4.73 / 5 - 1298 voti

calcolo termini processualiIl calcolo termini processuali determina la data di scadenza di un termine processuale impostando fino a tre scadenze consecutive (ad es. calcolo termini art. 183 cpc). Il calcolo dei termini processuali tiene conto della sospensione feriale.

Calcolo termini processuali con sospensione feriale

Come funziona il calcolatore dei termini processuali

Questa utilità di calcolo termini processuali è dedicata agli avvocati alle prese con scadenze e termini inderogabili quali ad esempio, il termine ultimo per depositare una comparsa conclusionale o di opposizione di un decreto ingiuntivo.
Il form per il calcolo termini processuali consente di determinare la data (o le date) di scadenza aggiungendo un certo numero di giorni alla data iniziale di decorrenza del termine.
Il form prevede fino a tre campi nei quali indicare i giorni per il calcolo di termini doppi – come il termine ex art. 190 cpc per il deposito delle memorie conclusionali e delle successive memorie di replica – o termini tripli – come il termine per il deposito delle memorie ex art. 183, VI comma cpc.
Inoltre è possibile effettuale il calcolo dei termini a ritroso come per il calcolo del termine per la costituzione del convenuto, indicando la data di comparizione il calcolatore determinerà il termine di venti giorni prima ex art. 166 cpc.
Tutti i valori sono impostabili manualmente oppure, per i termini processuali più ricorrenti, si può selezionare la relativa voce per impostare automaticamente tutti i parametri.

Sospensione feriale termini processuali

È inoltre possibile selezionare la casella che tiene conto della sospensione feriale dei termini processuali secondo quanto disposto dalla Legge 7 ottobre 1969, n. 742 per cui se la data di scadenza ricade nel periodo di sospensione feriale oppure oltre detto periodo, verrà calcolata automaticamente l’effettiva data di scadenza del termine.
In particolare è possibile scegliere tra tre opzioni:

  • nessuna sospensione feriale dei termini;
  • sospensione feriale dal 1° agosto al 15 settembre (secondo la norma in vigore fino al 2014);
  • sospensione feriale dal 1° al 31 agosto secondo la normativa vigente a partire dal 2015.

L’articolo 16, comma 1, del D.L. 12 settembre 2014 n. 132 ha infatti modificato l’art. 1 della Legge 7 ottobre 1969 n. 742 (Sospensione dei termini processuali nel periodo feriale) il cui testo vigente è il seguente: “Il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni ordinarie ed a quelle amministrative è sospeso di diritto dal 1° agosto al 15 settembre di ciascun anno, e riprende a decorrere dalla fine del periodo di sospensione. Ove il decorso abbia inizio durante il periodo di sospensione, l’inizio stesso è differito alla fine di detto periodo”.

Modalità di calcolo termini corretta o prudenziale

Il programma di calcolo prevede la possibilità di selezionare tra due modalità di calcolo:

  • Modalità corretta, in cui il calcolo dei termini successivi al primo avviene considerando come “dies a quo” non il giorno in cui scadrebbe il primo termine bensì il primo giorno feriale successivo, avuto conto dell’eventuale slittamento per festività.
  • Modalità prudenziale in cui il calcolo dei termini successivi al primo avviene considerando come “dies a quo” il giorno in cui scade il primo termine senza considerare l’eventuale slittamento per festività.